Dima Radiologica

Per poter leggere meglio la TAC all’interno del software si ricorre all’utilizzo di una dima radiologica che altro non è che una protesi mobile costruita con tecnica piezografica (ricerca della zona neutra) tecnica che agevola il dentista a collocare l’impianto in zone libere.

La dima radiologica viene poi finalizzata con resine bariate utili per ottenere all’interno della TAC una sagoma di riscontro. Si potranno così ottenere tutte le informazioni necessarie per una corretta progettazione software assistita.

Si potranno inoltre vedere i tessuti molli, le posizioni dei denti, la tipologia di osso; tutte informazioni utili per ottimizzare l’intervento.